Legalizzazione di foto

Descrizione del servizio

La legalizzazione di una fotografia consiste nell’attestazione da parte del dipendente incaricato dal Sindaco che una immagine fotografica corrisponde alla persona dell’interessato.

Possono essere legalizzate solo le fototessere richieste dalle pubbliche amministrazioni per il rilascio di documenti di riconoscimento – quali il passaporto, la licenza di caccia, la licenza di pesca, il porto d’armi, ecc. – alla persona interessata.

La legalizzazione di una fotografia consiste nell’attestazione da parte del dipendente incaricato dal Sindaco che una immagine fotografica corrisponde alla persona dell’interessato.

Possono essere legalizzate solo le fototessere richieste dalle pubbliche amministrazioni per il rilascio di documenti di riconoscimento – quali il passaporto, la licenza di caccia, la licenza di pesca, il porto d’armi, ecc. – alla persona interessata.

Riferimenti normativi

DPR 445/2000, art. 34

Modalità di accesso e costi

Per la legalizzazione di foto occorre produrre:

  • una fotografia recente, a mezzo busto e a capo scoperto, su sfondo bianco;
  • un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • la presenza dell’interessato.

Costi:

€ 0,26 (diritti)

Quando e come presentare la richiesta

La richiesta di legalizzazione di foto viene effettuata presso l’Ufficio Anagrafe e Stato Civile del Comune.

Termine per la conclusione del procedimento

La legalizzazione della foto è contestuale alla richiesta, ovvero entro 30 giorni qualora emergano elementi ostativi al rilascio immediato.

Strumenti di tutela

Ricorso al Tribunale di Fermo

Ultimo aggiornamento

21/12/2020, 17:36