Iscrizione nelle liste elettorali aggiunte per Elezioni Europee dei cittadini comunitari

Descrizione del servizio

I cittadini di uno Stato aderente all’Unione Europea, residenti in Italia, possono esercitare il diritto di voto per il Parlamento Europeo.

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • L. 24/01/1979 n. 18
  • D.L. 24/06/1994 n. 408 convertito con L. 03/08/1994 n. 483
  • Circolare Ministero dell’Interno n. 3 del 13/01/1999.

Modalità di accesso e costi

Atti e documenti da allegare all’istanza

  • Documento di riconoscimento
  • Dichiarazione sostitutiva (qualora non si utilizzi il modello messo a disposizione dal Comune) nella quale si dichiara la cittadinanza, l’assenza di qualsivoglia provvedimento giudiziario che comporti, per il suo Stato di origine, la perdita dell’elettorato attivo, l’indirizzo nel Comune di residenza e nello stato di origine, il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine.

Non è previsto alcun costo.

Quando e come presentare la richiesta

La domanda può essere presentata:

La domanda deve essere presentata entro il termine di 90 giorni antecedente la data delle elezioni per essere inseriti nelle liste elettorali aggiunte (art. 2 D.L. 26/06/1994 n. 408 convertito con L. 03/08/1994, n. 483).

Dopo l’istruttoria per la verifica della richiesta il procedimento si conclude con l’accettazione e l’iscrizione nelle liste elettorali aggiunte o con il diniego. Il rilascio della tessera elettorale avviene entro i giorni di votazione.

Strumenti di tutela

Ricorso da proporre alla Commissione Elettorale Circondariale entro dieci giorni dal termine fissato per la conclusione del procedimento.

Ultimo aggiornamento

15/11/2020, 20:01