Consulta comunale per le Pari Opportunità

Descrizione

La Consulta Comunale per le Pari Opportunità è un organismo di partecipazione democratica, con funzione propositiva e consultiva, la cui attività si uniforma ai principi sanciti dalla normativa e dal decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”.

Obiettivi

La Consulta si prefigge i seguenti obiettivi:

  • concorrere alla promozione e alla realizzazione di azioni positive e continuative, nel riconoscimento della differenza di genere, volte alla garanzia della parità di opportunità tra uomo e donna;
  • valorizzare le azioni che tendono a eliminare ogni distinzione, esclusione o limitazione basata sul genere;
  • operare affinché si arrivi all’eliminazione degli ostacoli alla partecipazione economica, politica e sociale di un qualsiasi individuo per ragioni connesse al genere, religione e convinzioni personali e di origine etnica, disabilità, età, orientamento sessuale;
  • promuovere la partecipazione dei cittadini e delle cittadine all’attività dell’Ente, finalizzata alla valorizzazione delle fasce più deboli della popolazione;
  • valorizzare il ruolo delle donne nella società;
  • promuovere indagini sulle esigenze delle donne;
  • proporre miglioramenti e soluzioni innovative e impegnarsi nello sviluppo delle responsabilità dei ruoli;
  • progettare occasioni di riflessione per meglio valorizzare e a far emergere i vari aspetti della realtà femminile, attraverso la promozione di eventi, mostre, incontri.

Composizione

Alla Consulta Comunale per le Pari Opportunità possono aderire tutte le donne residenti, domiciliate o che, nel Comune di Grottammare, svolgano attività lavorativa o comunque vi abbiano interessi di tipo sociale e culturale.

Fanno parte della Consulta tutti i componenti del Consiglio Comunale e della Giunta Comunale di sesso femminile e l’assessore alle Pari Opportunità.

Modalità di adesione

L’adesione, a domanda dell’interessata, viene formalizzata dalla Presidente, previo parere del Comitato di Coordinamento. L’adesione alla Consulta è gratuita. Non sono previsti gettoni, indennità, rimborsi spese.

Ultimo aggiornamento

09/11/2020, 13:22