Acquisto della cittadinanza italiana da parte di straniero nato in Italia

Descrizione del servizio

Lo straniero nato in Italia, che vi abbia risieduto legalmente senza interruzioni fino al raggiungimento della maggiore età, diviene cittadino se dichiara di voler acquistare la cittadinanza italiana entro il compimento del 19° anno di età (salvo quanto previsto dalle recenti modifiche introdotte con D.L. n. 69 del 21/06/2013).

Riferimenti normativi

  • Art.4, comma 2 della L. 91/1992
  • Artt. 1,3 e 16 del D.P.R. 572/1993
  • Art. 33 del D.L. n. 69 del 21/06/2013, così come modificato ed integrato dalla Legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98
  • Circolare n. 22 prot. K64.2/13 del 07/11/2007
  • Circolare K.60.1 del 05/01/2007

Modalità di accesso e costi

La dichiarazione deve essere resa all’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza.

A seguito della presentazione dell’istanza da parte dell’interessato, l’Ufficiale dello Stato Civile verifica la sussistenza dei requisiti della residenza legale con decorrenza dalla data di nascita in Italia (regolarità della residenza anagrafica e contestuale validità del titolo di soggiorno).

In caso di esito favorevole il procedimento si conclude con il riconoscimento della cittadinanza italiana formalizzata con l’adozione dell’accertamento del Sindaco.

Documenti da allegare all’istanza:

  • documento di riconoscimento del dichiarante;
  • documento attestante la regolarità del soggiorno nel territorio italiano dalla nascita.

Costi:

€ 250,00 (duecentocinquanta) da versare sul c.c. postale n. 809020 intestato a Ministero dell’Interno – D.L.C.I. – Cittadinanza, con la causale ” Cittadinanza – Contributo di cui all’art. 1, comma 12, Legge 15 luglio 2009, n. 94.

Quando e come presentare la richiesta

La dichiarazione di voler acquistare la cittadinanza italiana deve essere resa entro il compimento del 19° anno di età.

Qualora l’Ufficiale dello Stato Civile abbia omesso di comunicare all’interessato, nel corso dei sei mesi precedenti il compimento del 18° anno di età e nella sede di residenza quale risulta all’ufficio, la possibilità di esercitare il diritto di cui al comma 2 dell’art. 4 della L. 91/1992 entro il 19° anno di età, tale diritto potrà essere esercitato anche oltre tale data.

La domanda può essere presentata:

Termine fissato per la conclusione del procedimento

Il provvedimento di riconoscimento o meno della cittadinanza italiana deve essere adottato entro 180 giorni dal ricevimento dell’istanza.

Strumenti di tutela

Avverso il provvedimento di rifiuto dell’Ufficiale dello Stato Civile di adottare il provvedimento di riconoscimento è ammesso ricorso al Tribunale di Fermo ai sensi dell’art. 95 del D.P.R. n. 396/2000.

Ultimo aggiornamento

13/11/2020, 17:12