Un’edizione senza confini per M’illumino di meno

 

Al buio il monumento al 43° parallelo, Grottammare ha invitato i Comuni della linea ad aderire alla Giornata del risparmio energetico

Sulla stessa “linea” anche per l’ambiente: nello spirito della prossima edizione di “M’illumino di meno” (venerdì 16 febbraio), la città di Grottammare ha invitato le località attraversate dal 43° parallelo ad aderire alla manifestazione che, per i suoi 20 anni, guarda oltre i confini ed invita tutti a cercare alleanze nel nome dell’uso consapevole e razionale dell’energia elettrica, delle risorse sostenibili e delle fonti rinnovabili.

Con il titolo “No borders”, infatti, anche quest’anno Rai Radio 2 invita gli ascoltatori a spegnere simbolicamente le luci non indispensabili, in occasione della Giornata del risparmio energetico e degli stili di vista sostenibili: “Parteciperemo alla campagna – annuncia l’assessore alla Sostenibilità ambientale, Alessandra Biocca – spegnendo per un’ora le luci intorno al monumento del 43° parallelo (pista ciclabile nord, ndr). I temi della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico sono punti fermi della nostra azione amministrativa. Aderiamo a M’illumino di meno con convinzione e invitando tutti i cittadini, scuole e le associazioni a fare lo stesso”. (Decalogo qui).

L’adesione all’iniziativa da parte del comune di Grottammare è stata formalizzata martedì pomeriggio dalla Giunta. L’atto era stato preceduto da una lettera in cui il sindaco Rocchi e l’assessore Biocca invitavano le località nazionali ed internazionali che si trovano sul 43° parallelo a fare altrettanto e trovare un monumento simbolico da spegnere per la Giornata del risparmio energetico. Al momento, sono stati intercettati riscontri positivi da parte dei comuni di Perugia, Assisi, Acquaviva Picena, Force e Pievetorina.

“In questi anni – aggiunge Biocca – abbiamo messo in campo una serie di piccole iniziative che partono dalle scuole, invitando a riflettere sul tema della sostenibilità, imparando così a cambiare i nostri stili di vita. Un piccolo grande gesto quello di creare una linea immaginaria con le città attraversate dal 43° parallelo, senza confini e uniti per la salvaguardia dell’ambiente.  Dalle piccole alle grandi città che possa diventare una buona abitudine personale e collettiva per il benessere globale futuro”.

********************

La Giornata del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili “M’illumino di Meno” nacque il 16 febbraio 2005, giorno dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto: dai microfoni di Rai Radio2, Caterpillar chiese agli ascoltatori e alle ascoltatrici di spegnere le luci non indispensabili in segno di attenzione per l’ambiente.

Ogni anno, M’illumino di Meno sviluppa una campagna per ridurre gli sprechi, ottimizzare le risorse e promuovere stili di vita sostenibili. Nella Giornata del 16 febbraio si spengono le piazze e i monumenti d’Italia, mentre le amministrazioni pubbliche, le scuole e le università, le aziende, le associazioni e tantissimi cittadini organizzano manifestazioni festose come concerti a impatto zero, cene collettive a lume di candela, incontri sui temi dell’energia e della sostenibilità.

Come risultato di questa grande mobilitazione civile, M’illumino di Meno è diventata legge: nel 2022 il Parlamento italiano ha istituito, con l’appoggio trasversale delle forze politiche, la Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili nella data del 16 febbraio.

(Fonte: https://www.rai.it/milluminodimeno/).

14.02.2024

 

Pina Ventura
ufficio stampa

Data:

14 Febbraio 2024

43° parallelo monumento
43° parallelo monumento
0 Shares
  • 0 Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Email
  • Print
  • More Networks
Copy link