Centro Polifunzionale Giovanile Dep Art (Deposito delle Arti)

STRUTTURA ATTUALMENTE CHIUSA

Il Centro Polifunzionale Giovanile Dep Art sospende le attività fino al termine dell’emergenza epidemiologica Covid-19

Descrizione del Servizio

Il Centro Polifunzionale Giovanile Dep Art (Deposito delle Arti) è una struttura sita presso il piazzale della Stazione Ferroviaria di Grottammare e gestita dal Comune di Grottammare.

La struttura è composta da un Salone Centrale polifunzionale e da una Sala Prove musicali, oltre ad arredi di vario genere e ai servizi igienici.

La gestione del Dep Art è coordinata dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, di concerto con il personale comunale afferente tale servizio.

Scopo della struttura e finalità dei progetti che vi hanno luogo sono quelli di favorire: iniziative di carattere artistico e culturale, attività legate all’intrattenimento e al tempo libero, opportunità e occasioni di libera espressione, momenti di crescita personale e formativa, promozione dell’associazionismo sociale e del volontariato.

Funzionamento ed accesso

Attività

Il Centro Polifunzionale Giovanile Dep Art può essere utilizzato per lo svolgimento di attività compatibili con le strutture ed in particolare:

  • mostre e performance artistiche;
  • attività teatrali;
  • attività musicali;
  • attività di spettacolo;
  • attività ludiche e sportive compatibili con gli spazi;
  • convegni, conferenze, incontri-dibattiti;
  • corsi, laboratori e work-shop;
  • formazione professionale.

In ciascuno di questi contesti, previa autorizzazione comunale, possono essere svolte attività commerciali e produttive marginali, così individuate:

  1. attività di vendita occasionale o iniziative occasionali di solidarietà nel corso di celebrazioni o ricorrenze per attività di sensibilizzazione pubblica verso fini istituzionali dell’organizzazione;
  2. attività di vendita di beni acquisiti da terzi a titolo gratuito ai fini di sovvenzione a condizione che la vendita sia curata direttamente dall’organizzazione senza alcun intermediario;
  3. cessione di beni prodotti dagli associati sempre che la vendita dei prodotti sia curata direttamente dall’organizzazione senza nessun intermediario.

In concomitanza delle attività di cui ai precedenti punti possono essere occasionalmente somministrati prodotti preconfezionati (buffet e simili) con esclusione di qualsiasi attività di manipolazione e cottura.

Le richieste all’uso della struttura comunale devono essere in funzione della realizzazione dei fini istituzionali all’Associazione senza l’impiego di mezzi organizzati professionalmente.

Gli spazi e le attrezzature suddetti devono essere utilizzati esclusivamente per gli scopi cui sono stati destinati, tra i quali, in primo luogo, il protagonismo dei giovani, sia come promotori e organizzatori che come principali destinatari e fruitori delle attività, e nel pieno rispetto delle disposizioni di legge.

Soggetti richiedenti

Il Dep Art può essere concesso a:

  1. Enti Pubblici;
  2. Organismi ed Istituzioni scolastiche locali;
  3. Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale (Onlus);
  4. Associazioni culturali, sociali, sportive dilettantistiche ed ambientaliste senza scopo di lucro (nell’attribuzione della concessione avranno preferenza quelle che operano con continuità in ambito comunale);
  5. Comitati di cittadini, istituiti in associazioni per la tutela e la salvaguardia di interessi collettivi, il cui statuto sia stato preventivamente presentato all’Amministrazione comunale;
  6. Soggetti singoli, movimenti e gruppi informali, che, in tutti i casi, abbiamo la referenza di un soggetto maggiorenne, per l’organizzazione di attività concesse;
  7. Fondazioni;
  8. Istituti di formazione.

Programmazione

Il Dep Art segue una programmazione coordinata dal Servizio Politiche Giovanili del Comune di Grottammare che opera, per il conseguimento degli obbiettivi prefissati e nei limiti del budget per questi assegnato.

La pianificazione di iniziative promosse direttamente dall’ente gestore prevede una collaborazione attiva da parte della cittadinanza giovanile, in termini di progettazione e organizzazione delle attività.

Il progetto di gestione del Dep Art prevede che sia i promotori e gli organizzatori, che i destinatari e i fruitori delle attività siano direttamente i giovani, in forma singola o associata, anche attraverso modelli di autogestione degli spazi e delle attrezzature.

Compatibilmente con i programmi delle attività direttamente organizzate dall’Amministrazione comunale, cui si riconosce priorità nell’uso dei locali e delle attrezzature, il Dep Art può essere concesso in uso ai soggetti sovraesposti.

È in ogni caso esclusa la concessione in caso di eventi manifestamente incompatibili con le norme di sicurezza previste e quando, per la natura e le caratteristiche della manifestazione, vi sia il fondato timore che la sala, gli arredi, le attrezzature e gli impianti possano subire danni.

Richiesta d’uso e concessione

La gestione degli spazi del Dep Art è curata direttamente dal Servizio Politiche Giovanili del Comune avvalendosi eventualmente anche di forme di gestione e/o collaborazione esterna.

La cessione in uso degli spazi suddetti, nonché delle attrezzature e materiali di cui gli stessi sono dotati, viene concessa dal Responsabile, sulla base degli indirizzi contenuti nel presente documento e compatibilmente con le finalità e i programmi dall’Amministrazione Comunale.

La richiesta di utilizzo deve essere presentata in forma scritta, compilando l’apposito modulo corredato delle specifiche tecniche necessarie alla realizzazione della manifestazione, almeno 10 giorni prima della data di utilizzo (farà fede la data di protocollo), salvo la possibilità di autorizzare richieste pervenute anche in un intervallo di tempo inferiore, dopo presa visione e valutazione delle stesse.

Le modalità previste per l’autogestione, le responsabilità riconosciute e richieste, nonché la tipologia di modulistica necessaria, saranno distinte a seconda del tipo di spazio che si intende utilizzare (Sala prove e/o Salone Centrale).

Richiesta della Sala Prove

Il servizio Sala Prove offre l’utilizzo gratuito di una stanza allestita con strumenti musicali professionali per svolgere attività di prove o comunque legate a progetti che abbiano come veicolo la musica e l’utilizzo di strumentazione musicale.

L’utilizzo della Sala Prove è possibile secondo un calendario che tenga conto delle seguenti disposizioni:

  • fasce orarie che tengano conto delle disposizioni indicate dal Piano Acustico adottato dal Comune di Grottammare sul suo territorio (tra le ore 9.00 e le ore 13.00 e tra le ore 15.30 e le ore 23.30);
  • turni di utilizzo di massimo 2 ore al giorno per singolo gruppo, salvo altre disposizioni che devono essere autorizzate e previste esclusivamente all’interno dell’Atto di Collaborazione rilasciato dall’ente gestore e controfirmato dal soggetto richiedente.

La Sala Prove è utilizzabile attraverso due modalità:

  • progetto di autogestione con carattere di continuità temporale nell’arco dell’anno per un massimo di 9 mesi;
  • utilizzo occasionale, limitatamente alla disponibilità di turni liberi per la settimana in oggetto, comunicati da un operatore del Servizio Politiche Giovanili.

Utilizzo della Sala Prove continuativo in autogestione

Per utilizzare continuativamente il Salone Centrale nell’ambito di un progetto di autogestione occorre:

  • elaborare un progetto che rientri all’interno delle attività consentite e compatibili con la destinazione della struttura;
  • scaricare dal sito istituzionale del Comune di Grottammare il relativo modulo di richiesta e compilarlo in ogni sua parte allegando il progetto, l’Atto costitutivo e lo Statuto, qualora il richiedente sia un’Associazione e qualora non siano già depositati presso il Servizio Politiche Giovanili;
  • inoltrare al protocollo del Comune di Grottammare il modulo compilato e il progetto allegato almeno 10 giorni prima dalla data di richiesta di inizio utilizzo del Salone Centrale;
  • sottoscrivere presso il Servizio Politiche Giovanili del Comune un Atto di Collaborazione con l’ente gestore;
  • prendere in consegna le chiavi della struttura e, contestualmente, prendere visione e sottoscrivere le norme comportamentali e di sicurezza da adottare per il tempo di permanenza nello stabile, con conseguente assunzione di responsabilità da parte del titolare del progetto di autogestione.

Utilizzo della Sala Prove occasionale

  • scaricare dal sito istituzionale del Comune di Grottammare il relativo modulo di richiesta e compilarlo in ogni sua parte allegando l’Atto costitutivo e lo Statuto, qualora il richiedente sia un’Associazione e qualora non siano già depositati presso il Servizio Politiche Giovanili;
  • inoltrare al protocollo del Comune di Grottammare il modulo compilato almeno 10 giorni prima dalla data di richiesta di inizio utilizzo del Salone Centrale;
  • attendere la comunicazione ufficiale dell’avvenuta approvazione della richiesta;
  • prendere in consegna delle chiavi della struttura e, contestualmente, prendere visione e sottoscrivere le norme comportamentali e di sicurezza da adottare per il tempo di permanenza nello stabile, con conseguente assunzione di responsabilità da parte dal soggetto richiedente.

Il modulo di richiesta può essere scaricato anche dal portale delle Istanze On Line del Comune e l’invio dell’istanza può essere effettuata anche attraverso il suddetto portale.

Richiesta del Salone Centrale

Il servizio Salone Centrale consiste nell’utilizzo di uno spazio per l’organizzazione di molteplici attività, promosse dai soggetti richiedenti sopra indicati.

Tali attività possono essere senza oneri economici per i partecipanti, oppure i soggetti che le organizzano e promuovono, su autorizzazione del Comune, possono avvalersi di contributi alle spese da parte dei singoli partecipanti alle iniziative.

Qualsivoglia contributo richiesto ai partecipanti alle iniziative è ammissibile solo se finalizzato esclusivamente al sostegno di specifiche e documentate attività o progetti ricompresi nei fini istituzionali del soggetto richiedente, assentiti dall’Amministrazione Comunale e previa sottoscrizione di un Atto di Collaborazione, all’interno del quale vengano definite le modalità di attività del progetto, le provvidenze non monetarie e gli impegni per un miglior utilizzo pubblico della struttura che saranno richiesti dall’Amministrazione Comunale.

Il soggetto richiedente può richiedere il mero utilizzo oppure l’utilizzo con la concessione del patrocinio comunale.

Quest’ultima possibilità è valutata ed eventualmente disposta dal Sindaco o dall’Assessore suo delegato.

Il Salone Centrale è utilizzabile attraverso due modalità:

  • progetto di autogestione con carattere di continuità temporale nell’arco dell’anno per un massimo di 9 mesi, e limitato a massimo un giorno a settimana di utilizzo o a massimo 15 giorni consecutivi di utilizzo, salvo eccezioni consentite nell’Atto di Collaborazione;
  • utilizzo occasionale, limitatamente alla disponibilità dei giorni e dei turni liberi per la settimana in oggetto, comunicati da un operatore del Servizio Politiche Giovanili.

Utilizzo del Salone Centrale continuativo in autogestione

Per utilizzare continuativamente il Salone Centrale nell’ambito di un progetto di autogestione occorre:

  • elaborare un progetto che rientri all’interno delle attività consentite e compatibili con la destinazione della struttura;
  • compilare il modulo di richiesta in ogni sua parte allegando il progetto, l’Atto costitutivo e lo Statuto, qualora il richiedente sia un’Associazione e qualora non siano già depositati presso il Servizio Politiche Giovanili;
  • inoltrare al protocollo del Comune di Grottammare il modulo compilato e il progetto allegato almeno 10 giorni prima dalla data di richiesta di inizio utilizzo del Salone Centrale;
  • sottoscrivere presso il Servizio Politiche Giovanili del Comune un Atto di Collaborazione con l’ente gestore;
  • prendere in consegna le chiavi della struttura e, contestualmente, prendere visione e sottoscrivere le norme comportamentali e di sicurezza da adottare per il tempo di permanenza nello stabile, con conseguente assunzione di responsabilità da parte del titolare del progetto di autogestione.

Utilizzo occasionale del Salone Centrale

Per utilizzare il Salone Centrale in modo occasionale occorre:

  • compilare il modulo di richiesta in ogni sua parte allegando l’Atto costitutivo e lo Statuto, qualora il richiedente sia un’Associazione e qualora non siano già depositati presso il Servizio Politiche Giovanili;
  • inoltrare al protocollo del Comune di Grottammare il modulo compilato almeno 10 giorni prima dalla data di richiesta di inizio utilizzo del Salone Centrale;
  • attendere la comunicazione ufficiale dell’avvenuta approvazione della richiesta;
  • prendere in consegna delle chiavi della struttura e, contestualmente, prendere visione e sottoscrivere le norme comportamentali e di sicurezza da adottare per il tempo di permanenza nello stabile, con conseguente assunzione di responsabilità da parte dal soggetto richiedente.

Il modulo di richiesta può essere scaricato anche dal portale delle Istanze On Line del Comune e l’invio dell’istanza può essere effettuata anche attraverso il suddetto portale.

Ultimo aggiornamento

28/12/2020, 10:33