Case popolari: dal 17 maggio al 5 luglio è possibile presentare domanda

Dal 17 maggio al 5 luglio 2021 sono aperti i termini per la presentazione delle domande per la formazione della graduatoria degli aspiranti assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata nel Comune di Grottammare.

L’aspirante assegnatario deve essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda:

a)      essere cittadini italiani o di un Paese appartenente all’Unione europea ovvero cittadini di Paesi che non aderiscono all’Unione europea, titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o possessori del permesso di soggiorno di durata biennale;

a-bis)   avere la residenza o prestare attività lavorativa nell’ambito territoriale regionale da almeno cinque anni consecutivi;

b)      avere la residenza o prestare attività lavorativa nel Comune di Grottammare;

c)      non essere titolari di una quota superiore al cinquanta per cento del diritto di proprietà o altro diritto reale di godimento su una abitazione, ovunque ubicata, adeguata alle esigenze del nucleo familiare che non sia stata dichiarata inagibile dalle autorità competenti ovvero, per abitazione situata sul territorio nazionale, che non risulti unità collabente ai fini del pagamento delle imposte comunali sugli immobili. Il requisito si considera posseduto nel caso in cui il titolare del diritto reale non abbia la facoltà di godimento dell’abitazione per effetto di provvedimento giudiziario;

d)     avere un reddito del nucleo familiare, percepito nell’anno d’imposta 2019, calcolato secondo quanto previsto dalla normativa statale vigente in materia di ISEE, non superiore al limite di cui al Decreto del Dirigente della P.F. Urbanistica, Paesaggio, Edilizia n. 1/UPT del 19/01/2021, stabilito in € 11.744,00.

Tale limite è aumentato del 20% per le famiglie mono-personali, ovvero pari ad € 14.092,80;

e)      non aver avuto precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita di un alloggio realizzato con contributi pubblici o precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da Enti pubblici, salvo che l’alloggio non sia più utilizzabile o sia perito senza aver dato luogo a indennizzo o a risarcimento del danno.

I requisiti richiesti devono essere posseduti dal richiedente e, limitatamente a quelli di cui alle lettere c) ed e), anche da tutti i componenti il nucleo familiare al momento della presentazione della domanda e debbono permanere al momento dell’assegnazione e successivamente nel corso della locazione.

Il bando e i modelli sono disponibili nella pagina dedicata raggiungibile al seguente link:

Bando per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata (case popolari)

Data:

17 Maggio 2021