Torna alla Home
Benvenuti sul sito del Comune di Grottammare - 18/10/2017
> Speciali > Amm. Trasparente (sezione sostituita) > Attività e procedimenti > Tipologie di procedimento > Servizi Sociali > Contributi sui canoni di locazione - Legge 431/98

 

 
CONTRIBUTI SUI CANONI DI LOCAZIONE

  

DESCRIZIONE DEL PROCEDIMENTO
Concessione di contributi per il pagamento dei canoni di locazione, a beneficio dei conduttori di immobili residenti nel Comune di Grottammare che sostengono un canone eccessivamente oneroso
rispetto al proprio reddito familiare (ai sensi dell’articolo 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431, e successive modifiche e integrazioni). 

Possono presentare domanda di contributo i nuclei familiari conduttori di immobili in possesso dei seguenti requisiti:
OGGETTIVI
a) contratto di locazione regolarmente registrato e stipulato ai sensi di Legge e che abbia ad oggetto unalloggio di proprietà sia privata che pubblica, ad eccezione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata (popolare) o comunque soggetto alla generale disciplina degli alloggi E.R.P.;
b) canone mensile di locazione, al netto degli oneri accessori, non superiore a €. 630,00, il valore del canone èquello risultante dal contratto di locazione regolarmente registrato, al netto degli oneri accessori;
c) conduzione di un appartamento di civile abitazione iscritto al N.C.E.U., che non sia classificato nelle categorie A1, A8 e A9;
SOGGETTIVI
d) cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea. I cittadini di altri Stati, non aderenti all’U.E.,possono presentare domanda purché titolari di un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o di un permesso di soggiorno almeno biennale, ed inoltre siano residenti, in maniera continuativa, da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nel territorio della Regione Marche, ai sensi dell’art. 11 c. 13 della Legge n.133/2008;
e) residenza anagrafica nel Comune di Grottammare e nell’alloggio per il quale si chiede il contributo, al momento di presentazione della domanda;
f) mancanza di titolarità, su tutto il territorio nazionale, da parte di tutti i componenti il nucleo familiare anagrafico, del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo stesso, ai sensi dell’art. 2, comma 2, della L.R. n.36/2005 e ss.mm.ii.;
CAPACITA’ ECONOMICA (Valore ISEE in vigore con DPCM 159/2013)
Ai fini della determinazione della capacità economica familiare va presentata la dichiarazione sostitutiva unica e valore ISEE, redatto ai sensi del DPCM 159/2013, il contributo viene calcolato sulla base dell’incidenza del canone annuo di locazione sul Valore ISEE, determinato sui redditi prodotti nell’anno d’imposta 2013;
Hanno titolo a richiedere il contributo i cittadini che, con i relativi nuclei familiari,
hanno un valore ISEE non superiore all’importo annuo di un assegno sociale INPS 2016 (pari a €. 5.824,91) e per il quale il contributo è tale da ridurre l’incidenza al 50% con un contributo massimo pari ad €. 1.164,99,  corrispondente a 1/5 dell'importo annuo dell'assegno sociale;
  - il limite del valore ISEE sarà diminuito del 20%, in presenza di un solo reddito derivante da lavoro dipendente o da pensione in un nucleo familiare monopersonale;
  - in caso di certificazione ISEE in cui il valore risultante è pari a zero, il richiedente dovrà dichiarare la fonte di sostentamento, pena l’esclusione dal contributo;

Tra i cittadini aventi diritto al contributo per il sostegno alla locazione vengono individuate le seguenti situazioni di particolare debolezza sociale per le quali è previsto l’incremento, fino ad un massimo del 25 % del contributo spettante:
- nuclei familiari in cui siano presenti ultrasessantacinquenni;
- presenza nel nucleo familiare di componenti con invalidità riconosciuta superiore al 66%;
- presenza nel nucleo familiare di componenti disabili di cui all’art. 3 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104;
- nuclei familiari con più di cinque componenti,
- nuclei familiari ove vi siano figli minori ed un solo genitore;

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 11 legge 431 del 9/12/1998

L.R. n. 36 del 16/12/2005

DGC n.859 del 11/06/2013

DGC n.1019 del 05/09/2016

 

ISTRUTTORIA

Unità organizzativa responsabile:Ufficio Servizi Sociali
Responsabile del procedimento: Daniela D'Alessio
Recapito telefonico: 0735.739236
Casella di posta elettronica istituzionale:assistenza@comune.grottammare.ap.it

 


PROVVEDIMENTO FINALE
Ufficio competente all'adozione:
Ufficio Servizi Sociali
Responsabile dell'ufficio: Antonietta Maria Di Carlantonio - Responsabile 1° Area-Igor Vita
Recapito telefonico: 0735.739235 - 0735/739236

Casella di posta elettronica istituzionale:assistenza@comune.grottammare.ap.it

 

 
ATTI E DOCUMENTI DA ALLEGARE ALL'ISTANZA

Alla domanda dovrà essere obbligatoriamente allegata, a pena esclusione dal contributo, la seguente
documentazione:
- documento di identità in corso di validità del sottoscrittore;
- carta/permesso di soggiorno in caso di cittadini di stati non aderenti UE;
- copia del contratto d’affitto, regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate (in caso di più locazioni
copia dei relativi contratti), si consiglia di allegare copia della ricevuta di versamento (mod F23) o attestazione della Cedolare secca;
- attestazione ISEE e DSU, valida (ai sensi del DPCM 159/2013) rilasciate da un CAAF o altro soggetto abilitato. I valori per il calcolo della capacità economica devono essere desunti dai redditi prodotti nell’anno 2015;
- copia di tutte le ricevute attestanti l'avvenuto pagamento del canone d’affitto dell’anno 2016,
o altra attestazione/autocertificazione, debitamente compilata dal proprietario, comprovante l’avvenuto pagamento;

- la mancata sottoscrizione della domanda costituirà motivo di esclusione

Al fine di evitare errori formali e di favorire il corretto inserimento dei dati nel software della Regione Marche, onde evitare che i dati richiesti con l’autocertificazione possano essere suscettibili di errore, si chiede di allegare in copia la DSU e l’attestazione ISEE, redatta con le modalità di cui al DPCM 159/2013, rilasciata da un CAF o altro soggetto abilitato.
I richiedenti sono tenuti, prima della presentazione della domanda, a recarsi presso i soggetti preposti per formalizzare la DSU allo scopo di consentire ove non prodotta l’acquisizione d’ufficio dell'ISEE.
In caso di dubbia attendibilità delle dichiarazioni rese, è facoltà del Comune richiedere documentazione integrativa ai partecipanti i quali sono tenuti ad adempiervi con le modalità indicate. Qualora costoro non provvedano a produrre quanto richiesto, decade immediatamente l’ammissione al beneficio.



MODULISTICA NECESSARIA
Il Bando e la modulistica necessaria compresi i fac simile per le autocertificazioni, è consultabile e scaricabile nella sezione "Download correlati" in fondo alla pagina, possono altresì essere ritirati, oltre che  presso l’Ufficio del Servizio Assistenza alla Persona, presso lo sportello  Ufficio per le Relazioni con il Pubblico negli orari di apertura al pubblico.



INFORMAZIONI
Ufficio di riferimento:
Ufficio Servizi Sociali

Orari di apertura:Lunedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 Martedì dalle 15.30 alle 17.30
Modalità di accesso:c/o MUNICIPIO - Via Marconi n. 50 (Primo piano)
Recapito telefonico:0735.739236
Casella di posta elettronica istituzionale:assistenza@comune.grottammare.ap.it




DOVE PRESENTARE L'ISTANZA
Ufficio:
Ufficio Protocollo
Orari di apertura:
Lunedì - Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 - Martedì - Giovedì dalle 15.30 alle 17.30 - Sabato dalle 9.00 alle 12.00
Modalità di accesso:c/o MUNICIPIO - Via Marconi n. 50 (Piano Terra)
Recapito telefonico:0735.739222
Casella di posta elettronica istituzionale: protocollo@comune.grottammare.ap.it

Posta elettronica certificata - P.E.C.: comune.grottammare.protocollo@emarche.it
         

 

Termine di presentazione delle domande per il contributo per il sostegno al pagamento del canone locazione

 31 marzo 2017


COME OTTENERE INFORMAZIONI SUI PROCEDIMENTI IN CORSO
Per informazioni è a disposizione l'
Ufficio Servizi Sociali , c/o MUNICIPIO - Via Marconi n. 50 (Primo piano), con i seguenti orari di apertura al pubblico:
Lunedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 Martedì dalle 15.30 alle 17.30 Recapito telefonico:Tel. 0735.739235 - 0735.739236
Casella di posta elettronica istituzionale:assistenza@comune.grottammare.ap.it 
 

 

TERMINE FISSATO PER LA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO: I termini di conclusione del procedimento sono indicati in 90 giorni dalla data di effettiva erogazione da parte della Regione Marche del finanziamento di che trattasi.


Il provvedimento dell'amministrazione può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato. Non previsto

Il procedimento può concludersi con il silenzio assenso dell'amministrazione. Non previsto

STRUMENTI DI TUTELA
La tutela giurisdizionale davanti al giudice amministrativo è disciplinata dal codice del processo amministrativo


PAGAMENTI
Modalità di erogazione del contributo come disciplinato dal Bando


POTERE SOSTITUTIVO
Modalità per attivare il potere sostitutivo: Decorso il termine fissato per la conclusione del procediemento, l'interessato può presentare istanza per l'attivazione del potere sostitutivo.
Soggetto a cui è attribuito il potere sostitutivo: Dott.ssa Angela Piazzolla
Recapito telefonico: 0735 739 229
Casella di posta elettronica istituzionale:
segretario@comune.grottammare.ap.it

  

Download Correlati
download Bando Integrale Bando Integrale 476.9 Kbytes, formato pdf
download Estratto Bando Estratto Bando 487.92 Kbytes, formato pdf
download Modulo Domanda Contributo Modulo Domanda Contributo 592.27 Kbytes, formato pdf
download Richiesta intervento sostitutivo Richiesta intervento sostitutivo 22.04 Kbytes, formato pdf
(C) Copyright 2009 - Comune di Grottammare (AP) - Riproduzione consentita con citazione della fonte
Sito XHTML 1.0 / CSS 2.1 compliant realizzato dalla Topnet Telecomunicazioni - Luglio 2009