Torna alla Home
Benvenuti sul sito del Comune di Grottammare - 25/03/2017
Home > AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE > Attività e procedimenti > Tipologie di procedimento > Servizio Tributi > Imposta Unica Comunale (IUC) Anno 2017 > IMU (Imposta municipale propria) 2017

IMU (Imposta municipale propria) anno 2017

 

Con la deliberazione n. 17 del 30 gennaio 2017 il Consiglio Comunale ha confermato per l'anno 2017 le medesime aliquote IMU già applicate nell'anno 2016, che vengono di seguito riepilogate:

 

 

ALIQUOTE VIGENTI

 

 

Abitazioni principali e pertinenze, comprese quelle equiparate all’abitazione principale dalla legge o dal Regolamento IUC

 

Esenti

Abitazioni principali “di lusso” (categoria A01-A08-A09) e loro pertinenze

 

6,00 /1000

Abitazioni locate a canone concordato di cui all’art.18 del Regolamento IUC

 

7,00 /1000

Abitazioni concesse in uso gratuito a parenti di primo grado e altri casi di cui all’art.19 comma 1 Regolamento IUC

 

9,00 /1000

Abitazioni diverse dalle precedenti e immobili di categoria C02, C06 e C07 diversi dalle pertinenze all’abitazione principale

 

10,6 /1000

Immobili appartenenti alle categorie catastali A10, B, C01, C03, C04, C05, D

 

8,10 /1000

Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, invenduti e non locati

 

Esenti

 

Fabbricati rurali strumentali    

 

 

Esclusi

Aree Fabbricabili

 

8,10 /1000

Terreni agricoli

 

10,6 /1000

 

In prossimità della scadenza della prima rata, fissata dalla Legge statale al 16 giugno 2017, l'Ufficio Tributi invierà a ciascun contribuente, mediante posta ordinaria o tramite mail, un'informativa generica unitamente al calcolo personalizzato e ai modelli F24 precompilati. La seconda rata scadrà il 16 dicembre, ma chi volesse pagare in un'unica soluzione può farlo presentando i due modelli di versamento insieme entro il 16 giugno, oppure ricompilando un nuovo modello F24 con l'importo totale (tra gli allegati abbiamo inserito un modello editabile). Il pagamento può essere effettuato presso tutti gli sportelli postali e/o bancari, nonché presso le tabaccherie e gli esercizi commerciali che espongono l'insegna "Punto Servizi", senza aggravio di alcuna spesa di commissione.

 

Nonostante l'invio dei modelli precompilati, l'IMU è e resta, per espressa previsione normativa, un'imposta in autoliquidazione, che deve essere calcolata da ciascuno in base alla propria posizione. L'invio dei modelli precompilati da parte del Comune, pertanto, non si sostituisce alla responsabilità individuale, ma rappresenta un mero servizio non vincolante né per chi lo rende né per chi lo riceve.

 

Ricordiamo che la Legge obbliga tutti i proprietari, i titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, ecc), i concessionari di aree demaniali nonché chi stipula un contratto di locazione finanziaria (leasing) a comunicare entro il 30 giugno tutte le variazioni intervenute l'anno precedente, soprattutto quelle che non sono conoscibili dall'Amministrazione attraverso i canali telematici.

 

Così, per esempio, gli estremi degli atti di compravendita ci vengono comunicati telematicamente una volta al mese; analogamente, le variazioni catastali che vengono dichiarate dai tecnici incaricati tramite i doc.fa, ci vengono comunicate dall'Agenzia delle Entrate entro la prima settimana del mese successivo, e così possiamo aggiornare la posizione tributaria degli interessati.

 

In ogni caso, resta esclusa da ogni comunicazione telematica una serie limitata di situazioni che devono essere obbligatoriamente dichiarate dai soggetti passivi come, ad esempio, i contratti di leasing, l'acquisto di aree fabbricabili, l'accatastamento dei cosiddetti immobili-merce, l'assegnazione della casa coniugale in sede di separazione e, in generale, tutte le fattispecie agevolative. Deve essere obbligatoriamente richiesta anche l'applicazione delle aliquote ridotte previste dalla Legge o dal Regolamento IUC, come quella  per i contratti di locazione a canone concordato o il comodato a parenti e/o affini entro il primo grado.

 

Tutto questo significa che, al momento del calcolo e dell'invio dei modelli precompilati, l'Ufficio Tributi potrebbe non avere tutti i dati aggiornati e quindi il calcolo potrebbe non essere corretto; in questo caso è il contribuente a dover provvedere ad un nuovo calcolo e, solo successivamente, a comunicare all'Ufficio le correzioni da apportare. Per facilitare questa operazione, abbiamo messo a disposizione dell'utenza un programma di calcolo semplice ed intuitivo che, a partire della rendita catastale dell'immobile consente il calcolo del dovuto e la stampa del modello F24.

 

Ricordiamo inoltre che, accreditandosi presso il servizio Ufficio Relazioni con il pubblico (tel. 0735/739244, e-mail urp@comune.grottammare.ap.it), si può chiedere il rilascio di una password per l’accesso al portale di Servizi on Line messi a disposizione dell’Amministrazione, e verificare così in ogni momento la propria posizione tributaria.

 

Sarà poi cura e responsabilità del Comune, entro i successivi 5 anni, verificare la congruità dei versamenti effettuati e ad emettere, eventualmente, avvisi di accertamento motivati.

  

Ricordiamo infine che dal 1° gennaio è in vigore un nuovo orario di ricevimento al pubblico. L'ufficio riceve il lunedì, il mercoledì, il giovedì e il venerdì mattina dalle 9.30 alle 12.30 e il martedì dalle 15.30 alle 17.30. Le eventuali comunicazioni da e verso l'Ufficio Tributi devono avvenire preferibilmente tramite mail, all'indirizzo tributi@comune.grottammare.ap.it

 

 

 

Il Funzionario Responsabile

          Monica Danesi

Download Correlati
download Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà 9.08 Kbytes, formato pdf
download Domanda di compensazione Domanda di compensazione 14.01 Kbytes, formato pdf
download Domanda di rateazione Domanda di rateazione 21.73 Kbytes, formato pdf
download Domanda di rimborso tributi locali Domanda di rimborso tributi locali 18.5 Kbytes, formato pdf
download Domanda di riversamento somme incompetenti Domanda di riversamento somme incompetenti 15.91 Kbytes, formato pdf
download Dichiarazione canone concordato Dichiarazione canone concordato 23.7 Kbytes, formato pdf
download Domanda applicazione aliquota ridotta Domanda applicazione aliquota ridotta 9.54 Kbytes, formato pdf
download Regolamento IUC Regolamento IUC 344.09 Kbytes, formato pdf
download F24 EDITABILE F24 EDITABILE 176.74 Kbytes, formato pdf
(C) Copyright 2009 - Comune di Grottammare (AP) - Riproduzione consentita con citazione della fonte
Sito XHTML 1.0 / CSS 2.1 compliant realizzato dalla Topnet Telecomunicazioni - Luglio 2009